Crea sito
Mar 162017
 

trekk2017

ITINERARIO
Escursione al Parco della Murgia Materana 26 marzo
Ritrovo e partenza da Andria alle h 8.30.
Partiremo a piedi alle ore 10.00 dal centro visite di Jazzo Gattini, area panoramica di fronte ai Sassi di Matera,per un’itinerario molto suggestivo all’interno del parco delle chiese rupestri nella zona Murgecchia e Murgia Timone lungo il quale ammireremo alcune chiese rupestri meno frequentate come la Madonna di Monteverde, Madonna delle Tre porte e S. Agnese e attraverseremo il torrente Gravina. Proseguiremo nel cuore del Parco lungo la gravina dove ci sarà una sosta per il pranzo a sacco. Riprenderemo il cammino per rientrare al luogo di partenza (arrivo previsto per le 16.00 circa).
Tutto tra bellezza, natura e risate! Il territorio che attraverseremo sarà narrato nei suoi aspetti storico archeologici e naturalistici dalle guide Turistiche ed esperti del territorio dello staff di Puglia Federiciana.
CARATTERISTICHE DEL PERCORSO:
– Percorso ad anello
– Difficoltà: T – E media
– Lunghezza: 10 km circa
– Tempo percorrenza: 6 H (soste nei siti d’interesse incluse)
– Pranzo a sacco autogestito
-Spostamento sul posto con mezzo proprio, partenza da Andria h 8,30. Prevediamo di ottimizzare il numero di mezzi in movimento.
-Quota di partecipazione 5€ per i Soci Legambiente e Puglia Federiciana – 7€ Non Soci
-PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA sms o Whatsapp a Daniele 328 09 39 064

Mar 092017
 
Cari soci e simpatizzanti,
quest’anno con un po’ d’anticipo abbiamo stilato un programma per le attività che il nostro Circolo intende avviare, inserendo notevoli vantaggi per chi volesse sostenerci effettuando il tesseramento, oltre alle escursioni, solo per voi un ECOLAB in tre appuntamenti e la possibilità di adottare uno spazio nell’orto urbano presso il Giardino Mediterraneo o San Valentino.
ECOLAB
Laboratorio “teorico-pratico” (con dimostrazione sul posto da parte della nostra mica Lonia) di autoproduzione di detersivi per la pulizia e l’igiene della casa, i tre appuntamenti si terranno di sabato pomeriggio dalle 17,30 alle 19,30 nelle seguenti date: 18 marzo(pulizia della casa), 25 marzo (pulizia della cucina), 1 aprile (bucato). Partecipazione gratuita per i tesserati.
TREKKAMBIENTE
Quest’anno per esplorare come sempre nuovi posti ci siamo spinti nei territori lucani, ma non solo!

26 MARZO – PARCO DELLA MURGIA MATERANA in collaborazione con l’Associazione Puglia Federiciana

Pranzo a sacco, spostamento con mezzo proprio costo soci 5€non soci 7€

25 APRILE – MELFI/VULTURE ascesa al Vulture lungo uno dei sentieri escursionistici presenti sul territorio con partenza dal centro cittadino

Pranzo a sacco, spostamento con mezzo proprio costo soci 5€ – non soci 7€

7 MAGGIO – GIARDINI DI POMONA (Cisternino) Visita guidata nella riserva naturale in mattinata + laboratorio di autocostruzione di una toilette a secco nel pomeriggio;

Pranzo a sacco, spostamento con mezzo proprio, costo soci 12€ – non soci 15€

2-3-4 GIUGNO – SASSO DI CASTALDA (PZ) Alloggiando presso il Centro di Educazione Ambientale “Il vecchio faggio” potremo godere di tre meravigliose giornate di trekking immersi nella natura;

Spostamento con mezzo proprio, la quota di adesione per soci 80€ – non soci 90€ includerà due pernottamenti in camerata (M/F e mista) con bagni condivisi,  due colazioni, pranzo a sacco (3 e 4 giugno), cena (2 e 3 giugno) e guide locali.

8 LUGLIO – BOSCO SCOPARELLA (Ruvo) escursione notturna per festeggiare la prima luna piena d’estate, con cena presso la tenuta del nostro amico Ugo. 

Spostamento con mezzo proprio, partenza il sabato pomeriggio aspettando il tramonto, prosecuzione al chiaro di luna, cena; costo soci 15€ – non soci 18€

ORTO URBANO GIARDINO MEDITERRANEO

Come ogni anno metteremo a disposizione dei soci tesserati degli spazi all’interno del Giardino Mediterraneo da poter coltivare col nostro tutoraggio, a partire dal mese di Aprile le adesioni.

manifesto-2017

Per dettagli ed ulteriori informazioni non esitate a contattarci, ci trovate in sede il martedì sera.

A presto!

Nov 272016
 

Si è svolta questa mattina la festa dell’albero organizzata dal Circolo Legambiente Andria “Thomas Sankara”.

L’edizione di quest’anno è dedicata alla salvaguardia del suolo, Il suolo è una risorsa non rinnovabile che l’uomo, con le sue attività, ‘consuma’: le abitazioni, le strade, le ferrovie, i porti, le industrie occupano porzioni di territorio trasformandole in modo pressoché irreversibile. Il ritmo di questi processi è cresciuto a parallelamente allo sviluppo delle economie: quello dell’aumento del consumo di suolo è un fenomeno globale, ma che è più problematico in paesi di antica e intensa antropizzazione come l’Italia, in cui, per la scarsità di suolo edificabile, l’avanzata dell’urbanizzazione contende il terreno all’agricoltura e spinge all’occupazione di aree sempre più marginali, se non addirittura non adatte all’insediamento, come quelle a rischio idrogeologico.

Assieme ad alcuni ragazzi accolti dall’associazione “Migrantes” e con la partnership della Parrocchia di San Riccardo, siamo tornati ancora nell’area destinata in parte ad Orto Urbano, da noi recuperata nel 2014, per piantare un centinaio tra arbusti e alberelli donati dall’ARIF.

Ecco alcune foto della mattinata.

Ringraziamo tutti per la partecipazione!

Nov 202016
 

Sono talmente tante le problematiche di cui si potrebbe discutere che la tematica del ciclo dei rifiuti e della raccolta differenziata in città è ormai argomentazione di secondo ordine.

Se dovessimo analizzare il ciclo dei rifiuti la scala di cui tener conto è quella regionale, dove non si è mai operato con lungimiranza, si è parlato di raccolta differenziata senza mai preoccuparsi della situazione dell’impiantistica per il trattamento dei rifiuti ed ora vediamo gli stessi viaggiare per tutta l’Italia con costi esorbitanti per i contribuenti.

A livello comunale oltre a registrare una contrazione della percentuale di raccolta differenziata, nel 2015 siamo scesi al disotto del 65% e per la prima volta dal 2012 nessuna menzione nel rapporto “Comuni Ricicloni”.  Il dato che ci ha ulteriormente penalizzati oltre al calo della percentuale di R.D. è la produzione pro-capite di indifferenziato degli andriesi che è pari a 157 kg/anno/abitante rispetto ai 75 kg/anno/abitante dei comuni definiti “Rifiuti free”.

Se agli amministratori o ai cittadini medi possono sfuggire i suddetti dati, è sotto gli occhi di tutti il degrado delle periferie, situazione andata sempre peggiorando nel tempo.

periferie 1 rogo rifiuti

Quello dell’abbandono dei rifiuti sarà pure un effetto collaterale della raccolta differenziata porta a porta, visto che venendo a mancare i cassonetti per chi era abituato a non differenziare e magari continua a non farlo è molto più semplice abbandonare il sacchetto piuttosto che il frigorifero o la lastra di eternit dove capita. Ed è così che si creano quelle situazioni di degrado sia nel centro abitato che nelle periferie che sono letteralmente invase da rifiuti di ogni genere, periodicamente le aree vengono ripulite dagli operatori, ma molto più frequentemente i rifiuti vengono incendiati con roghi che durano intere giornate anche nei pressi di plessi scolastici o in zone di passaggio.

Ma come si combatte o si cerca di arginare questo fenomeno che ormai sembra fuori controllo?

Con la solita politica spot, fatta di tentativi o promesse di installazione di foto-trappole e sanzioni sommarie non si è raggiunto alcun miglioramento.

I luoghi di abbandono ormai sono ben noti a tutti, se si passa in diverse ore del giorno da questi siti si vede materialmente crescere la montagna. A questi ammassi periferici si aggiungono quelli cittadini in corrispondenza di cassonetti condominiali o di attività commerciali perennemente lasciati all’esterno, o interi quartieri in cui sembra che il servizio porta a porta non sia mai cominciato.

Appostamenti? manco a parlarne, campagne di sensibilizzazione? mai vista una dall’inizio del servizio porta a porta, interventi delle forze dell’ordine preposte? Inesistenti! Sembra che la tematica dei rifiuti sia diventata argomentazione scomoda, si preferisce non parlarne e nascondere gli stessi sotto il tappeto, dando la colpa al cittadino incivile che deturpa la città.

Mag 232016
 

Per chi non vuole rassegnarsi all’indifferenza appuntamento Domenica 29 maggio: liberiamo le spiagge e i fondali dai rifiuti abbandonati.
Se non sopporti più vedere la tua spiaggia preferita piena di plastica e rifiuti di ogni genere, se diventi di cattivo umore passeggiando a piedi nudi tra mozziconi di sigaretta e pezzi di vetro, allora sei dei nostri!
Scendiamo in spiaggia per chiedere maggiore rispetto e tutela per il mare, incredile serbatoio di biodiversità e bellezza, fonte di vita e ricchezza per i territori.
Fotografa i rifiuti più insoliti che trovi in spiaggia, pubblicali su Instagram, Twitter e Facebook con l’hashtag #schifidaspiaggia. I migliori scatti saranno pubblicati sul sito di Legambiente!

13240589_979659005486063_8566127522608893760_n

Ott 012015
 

Il 3 ed il 4 ottobre, anche ad Andria, torna la terza edizione di Orti in Festa, la campagna di Legambiente dedicata all’orticoltura e al verde urbano, che coinvolge scuole, comuni, cittadini, organizzazioni e aziende locali.

Sabato 3 ottobre dalle ore 9 alle 13 i volontari del Circolo Legambiente di Andria “Thomas Sankara” con le classi quarte e quinte dell’Istituto 4° Circolo Imbriani, avvieranno l’attività di orto didattico nell’area già recuperata dai volontari del Circolo nell’ambito del progetto “Dalle Piante alle Persone”.

Gli alunni saranno protagonisti di un percorso che va dalla preparazione del terreno alla semina fino alla messa a dimora delle piantine. Ortaggi tipici della nostra terra che i giovani studenti impareranno a conoscere ed a curare fino a raccoglierne i frutti.

Avremo anche il piacere di ospitare un apicoltore locale associato CO.N.API che ci parlerà della sua attività e dell’importanza di questi meravigliosi insetti per un’agricoltura sana e sostenibile.

Coltivare un orto in città è funzionale a tanti obiettivi: la tutela del territorio e della biodiversità autoctona, la diffusione di azioni di volontariato ambientale, la difesa del suolo contro il degrado e il rischio idrogeologico, il miglioramento della qualità dell’aria contro l’inquinamento, la collaborazione e la coesione sociale.

Domenica 4 ottobre dalle ore 10 saremo al “Giardino Mediterraneo” in Via A.Grandi (pressi stadio comunale). Durante la mattinata sono previste visite guidate al Giardino tenute dai volontari del circolo.

Non mancare!

#ILMIOORTO

Usa questo hashtag sui social network per mandarci foto e consigli sul come fare un orto in città, in casa, sul balcone, un orto creativo fatto con oggetti riutilizzati e riciclati. 

Giu 232015
 

Orti in Festa al Giardino Mediterraneo

La famiglia degli ortolani cresce di anno in anno ed anche gli spazi coltivati.


[Visita la sezione del sito dedicata agli orti urbani]


Per il terzo anno consecutivo il Circolo Legambiente di Andria “Thomas Sankara” aderisce alla campagna “Orti in festa” nell’ambito del progetto Coltiviamo la Rete 2 a cui prende parte assieme agli altri circoli del centro Sud.

Coltivare un orto urbano per noi rappresenta coltivare la bellezza dei luoghi in cui viviamo, ispirare nei partecipanti, dai più piccoli ai più grandi, senso di appartenenza, coesione sociale e rispetto per il suolo che calpestiamo, innescando un circolo virtuoso che possa portare in futuro a stili di vita più sostenibili, sana alimentazione e riduzione del consumo di suolo.

Il percorso cominciato a febbraio 2015, ha coinvolto gli alunni della scuola primaria “Salvemini” 4°Circolo Didattico di Andria, con percorsi didattici in classe e presso il Giardino Mediterraneo sui temi di agricoltura sostenibile, filiera corta, consumo di suolo e dieta mediterranea.

Il progetto ha inoltre  visto la partecipazione di alcuni cittadini che hanno seguito un incontro formativo sugli “Orti Sinergici” ed hanno partecipato alla realizzazione degli otto bancali presenti presso il Giardino Mediterraneo, adottandoli per un ciclo colturale.

Di questo e molto altro ancora si dibatterà venerdì 26 giugno presso l’area comnunale “Giardino Mediterraneo” sita in via A. Grandi (c/o  Stadio comunale “Degli Ulivi”), nostri ospiti saranno la dott.ssa Biologo Nutrizionista Ilaria Sgaramella ed i responsabili dell’Azienda Agricola Calì che hanno partecipato alla progettazione dell’orto sinergico. Sarà possibile visitare l’area e degustare i nostri prodotti naturali assieme ad un bicchiere di vino e della buona musica a cura dei “SuonnoStrani”.

La cittadinanza è invitata a partecipare.


Evento Facebook


Orti in Festa al Giardino Mediterraneo 2015

Orti in Festa al Giardino Mediterraneo 2015